giovedì 2 marzo 2017

Teatro a Palermo in scena La gatta sul tetto che scotta dal 3 al 5 Marzo

L'Associazione Teatro e Vita porta in scena LA GATTA SUL TETTO CHE SCOTTA, dramma teatrale in 3 atti (1954) di Tennessee Williams, da cui fu tratto il celebre film con Paul Newman e Liz Taylor. 

Il tema portante dell'opera è l'ipocrisia, l'ambiguità, l'incomunicabilità che può ricondursi ai temi della sessualità, degli schemi sociali e della morte. 
Ogni personaggio mente, a volte anche a se stesso. Spesso la bugia è un rifiuto di accettare la realtà dei fatti, preferendo continuare a vivere in situazioni apparentemente serene. 
La vicenda si svolge il giorno del compleanno del padre di Brick, giorno in cui tutta la famiglia, composta da 3 uomini e 3 donne, decide di non dire al padre che ha una malattia incurabile. La casa diventa un campo di battaglia dove quasi ci si uccide per l'eredità, dove si incrociano affetti ed egoismi. 
Il tema dell'omosessualità viene sfiorato (negli anni '50 non poteva essere apertamente dichiarato) e mette in crisi il rapporto di coppia di Brick e Maggie che, a differenza del fratello di Brick e di sua moglie, non hanno figli. 
Giuseppe Celesia (che ne firma anche la regia) nei panni di Brick Pollitt, Manuela Donzelli sarà Maggie la gatta, Francesco Italia indosserà i panni del padre, Mariagrazia Saccaro sarà la madre, mentre Ferdinando Gattuccio e Sandra Zerilli saranno la viscida coppia dei cognati di Maggie, disposti a tutto pur di ottenere l'eredità alla morte del padre. In scena ci saranno 5 bambini, che con la loro leggerezza daranno un tocco di brio e di spensieratezza. 
Al teatro Crystal di Palermo dal 3 al 5 marzo (venerdì e sabato ore 21:15; domenica ore 18:15) Ingresso € 12,00, ridotto € 10,00 over 65 anni

La redazione Il Papavero Magazine