martedì 13 dicembre 2016

Poeticamente storie di bullismo tra fantasia e realta' di M.Rita Spera

In data 9 Dicembre presso i locali del Palazzo delle Aquile si è tenuta , la presentazione del libro di M.Rita Spera Poeticamente storie di bullismo tra fantasia e realtà' . Un libro edito dalla Work book Editori , dal tema sociologo forte , come il bullismo , è la prima volta che questo tema viene trattato con delicatezza e con lo strumento poetico , ma l'autrice non narra solo attraverso le parole , ma lo fa anche attraverso errori voluti di grammatica e di grafica , ideata da lei stessa, racconta lo stato d'animo delle vittime ...attraverso diverse forme...poesie forti che raccontano l'atrociàa' di questo fenomeno violento . L'autrice parla con semplicità e spontaneità. Il libro visto come progetto educativo nelle scuole e sara' presentato in altre location come giorno 20 Dicembre al Castello di Carini .


A presentare la conferenza Patrizia Genova che ha intercalato dei momenti di canto, dedicati alla nostra sicilia accompagnata dalla chitarra del prof. Armando Chiaramonte .
Sono intervenuti la prof.ssa Rosalba Miserendino che ha curato la prefazione , insieme a Vincenzo Trapanese , la prof.ssa esordisce descrivendo questo fenomeno e la paritcolarità' della mano dell'autrice sensibile e originale , il prof. Michele Cascino che ha curato le conclusioni , definendo il bullismo un male odierno che va sconfitto e l'importanza che questo libro ha nelle scuole , con un linguaggio e immagini facilmente comprensibili .

La work book edizioni e' stata soddisfatta di questa pubblicazione originale e politicamente e socialmente utile per grandi e piccini , attenta a temi forti e che segue in modo scrupoloso la pubblicazione dei propri autori , in conclusione come rappresentanza di istituzioni e autorita' è gentilmente intervenuta , Luisa La Colla ass. comunale , che ha marcato l'impegno di autorita' nella lotta contro tale fenomeno , ha marcato il fatto che la prima forma di educazione deve arrivare dalla famiglia e bisogno che genitori e insegnanti cooperino in questo progetto di prevenzione agli atteggiamenti da bullo che poi sfociano in manifestazioni più' gravi e avanzate.
L'autrice si augura che questo libro arriva a essere uno strumento di riflessione e di educazione , che non sia un problema senza soluzione ...

l'originalità e la delicatezza della sua penna fa emergere un lieto fine per le vittime di bullismo che non devono essere lasciati soli ... ma neanche i bulli vanno educati e richiamati .

"cosi' queste/i povere/i bulle/i fasulle/i smetteranno di prendersi gioco di lei/lui"




Di Stefania Riccobono