venerdì 30 maggio 2014

Il "Cristo degli abissi"adesso a Palermo

Il "Cristo degli abissi" ora in fondo al nostro mare, Palermitano a una profondità di trenta metri al largo di Punta Priola, nella acque antistanti all'Addaura.


Domenica mattina la statua di Gesù con le braccia protese verso l'alto in segno d'invocazione, è stata donata alla Città di Palermo, inabissata dai sommozzatori dei vigili del fuoco, dopo essere stata benedetta dal cardinale Paolo Romeo al porto. Oltre al Sindaco Leoluca Orlando, alla cerimonia conclusiva erano presenti, fra gli altri, l'assessore alla Pianificazione urbana e territoriale, Giuseppe Gini, e il presidente dell'ottavarcoscrizione, 
Pietro Gottuso.

L’iniziativa è stata organizzata da Asd Profdiver in collaborazione con la Guardia Marina Nazionale, mettendo a disposizione delle imbarcazioni per monitorare e seguire le operazioni di inabissamento del Cristo, il suono delle sirene di tutte le imbarcazioni presenti hanno dato maggior emozione al momento dell’impatto con la superfice del Mare. Le parole del Sindaco Orlando: una iniziativa che ha coinvolto tanti Palermitani E turisti che hanno potuto ammirare la bellezza sia del Cristo che di tutto l’evento coniugando attrazione turistica e riqualificazione ambientale. 

La redazione Il Papavero Magazine
G.R.